Cresce la raccolta differenziata in Lombardia

Sono oltre 797.000 le tonnellate di rifiuti di imballaggio differenziate in Lombardia durante il 2019, un risultato raggiunto anche grazie agli accordi sottoscritti tra i Comuni della regione e Conai. Un dato importante, che fa registrare un +11,41% rispetto al 2018 (715.367) e che colloca la Regione nella top five delle più virtuose, insieme a Marche, Sardegna, Trentino Alto Adige e Veneto. Alto il tasso pro capite di raccolta differenziata, che si attesta su 88,44 chilogrammi contro gli 85,75 della media nazionale.
Lo rende noto Conai – il consorzio nazionale degli imballaggi – nel tracciare bilancio e consuntivo delle performance green del paese nella raccolta degli imballaggi.

I dettagli della raccolta

Nel corso del 2019 i cittadini della Lombardia hanno conferito 374.643 tonnellate di vetro, 212.305 di plastica, 136.460 di carta, 35.565 di acciaio, 30.618 di legno e 7.415 di alluminio. Per coprire i maggiori oneri della raccolta differenziata, il Consorzio, sempre nel 2019, ha trasferito ai Comuni lombardi oltre 104.600 milioni e 600.000 euro. Una cifra in crescita del +12,63% rispetto agli oltre 92 milioni e 880.000 euro ricevuti nel 2018.

I dati pro-capite rivelano che la Lombardia si è assestata su numeri superiori alla media nazionale nei conferimenti di quasi tutti i materiali di imballaggio: ogni abitante ha conferito al sistema Conai una media di 4,49 chilogrammi di acciaio (la media italiana è di 3,79 kg), 3,75 chilogrammi di legno (la media italiana è di 3,35 kg), 21,82 di plastica (la media italiana è di 21,42 kg) e 38,45 di vetro (la media italiana è di 33,51 kg).

Le province Lombarde più virtuose

Lo sguardo sulle province offre un panorama diversificato a seconda del materiale di imballaggio considerato, con dati influenzati – come ogni anno – dalle convenzioni che i Comuni attivano con Conai tramite l’Accordo Quadro Anci-Conai. Nel dettaglio, la provincia di Cremona registra il pro-capite più alto per i conferimenti di imballaggi in acciaio: 13,32 kg. Seconda con 8,31 kg per abitante Bergamo, che occupa invece la prima posizione per i conferimenti di alluminio con 5,66 kg per abitante. Mantova svetta con il dato più alto per la carta – 31 kg per abitante – e per la plastica – 35,50 kg per abitante – mentre Brescia con 7,64 kg detiene il primato nel legno. Sondrio si posiziona al primo posto nella raccolta del vetro, con 52,67 chilogrammi per abitante conferiti al sistema Conai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here