CR-14iA/L di Fanuc: un cobot piccolo, ma con un braccio forte

Fanuc amplia la gamma dei robot collaborativi della serie CR inserendo il nuovo modello CR-14iA/L, che combina le caratteristiche del più piccolo CR-7iA e del più grande CR-15iA. Il robot è stato sviluppato per sollevare carichi più pesanti rispetto a quelli movimentati dal CR-7iA, offrendo al contempo una portata maggiore. Può infatti gestire fino a 14 kg con portata fino a 820 mm, anche se lo sbraccio massimo di 911 mm può essere utilizzato con un carico utile che raggiunge i 12 kg. La collaudata filosofia di sviluppo per i robot collaborativi della serie CR è stata implementata anche per il nuovo robot, e la meccanica utilizzata nella serie è stata combinata con un sensore a elevata sensibilità. Il risultato è una soluzione efficiente e sicura.

CR-14iA/L costituisce la versione più grande a braccio lungo del CR-7iA. Il maggior payload è assicurato da una meccanica leggermente modificata e parametri software adattati. Con sei assi di movimento, il robot offre una ripetibilità di ±0,01 mm. La velocità massima di avanzamento è di 500 mm/s. Il fattore chiave, tuttavia, come per tutti i robot collaborativi, è rappresentato dalla massima forza di contatto; in questo senso CR-14iA/L soddisfa in modo rigoroso tutte le specifiche di sicurezza, in linea con il concetto di “Safety First” fondamentale per l’azienda giapponese. Il design della pinza e la semplicità di utilizzo sono elementi determinanti per raggiungere velocità apprezzabili. Il movimento del robot è affidato al controllore R-30iB Plus nella versione Mate Cabinet.

La combinazione di un CR-14iA/L con piattaforma mobile è già stata realizzata e resa disponibile in Giappone, mentre per il mercato europeo è prevista la combinazione di robot Fanuc con diverse piattaforme mobili (AGV), che apriranno nuovi scenari di sviluppo e utilizzo per l’industria manifatturiera e per la logistica.

Nonostante le dimensioni contenute, lo sbraccio del robot è ampio, caratteristiche che ne permette l’impiego non solo per applicazioni in spazi limitati, ma anche per quelle dove un carico utile maggiore è un vantaggio, per esempio nel carico/scarico di macchine. La cinematica e la flessibilità del sottile CR-14iA/L consentono di lavorare vicino alla base del robot, sfruttando al meglio lo spazio di lavoro disponibile e rendendolo ideale per installazioni dove lo spazio di lavoro disponibile è ridotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here