I costruttori di macchine tedeschi guardano al futuro con ottimismo

Immagine Freepik

Dopo un forte effetto negativo della pandemia da Covid 19, da settembre i costruttori tedeschi di macchine per materie plastiche e gomma hanno cominciato a registrare segnali di ripresa. L’analisi dell’andamento cumulativo dimostra infatti che da gennaio a ottobre 2020 gli ordini sono diminuiti solo del 3% rispetto allo stesso periodo del 2019. «I mesi di settembre e ottobre hanno contribuito in modo significativo a questo risultato» ha sottolineato Ulrich Reifenhäuser, presidente della Plastics and Rubber Machinery Association parte di VDMA, associazione di categoria che rappresenta i costruttori di macchine tedeschi. «A settembre 2020 gli ordini segnavano +13% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, mentre a ottobre erano addirittura il doppio rispetto a un anno fa».

«Questo significa che l’industria tedesca delle macchine per plastica e gomma sta per voltare pagina» ha aggiunto Thorsten Kühmann, Managing Director di VDMA. «Ci dà fiducia vedere che le aziende hanno saputo adattarsi sempre meglio alle sfide imposte dalla pandemia e che il business è di nuovo attivo» riassume Kühmann.

Il clima positivo è supportato anche dallo sviluppo del commercio estero. Fino a maggio di quest’anno, le esportazioni mensili di macchine per materie plastiche e gomma dalla Germania sono state sempre significativamente inferiori rispetto al mese corrispondente del 2019, mentre da giugno si è registrato un effetto di recupero che a settembre si è consolidato con il superamento del valore dello stesso mese del 2019. Sebbene il trend in atto consenta a VDMA e ai costruttori di macchine di guardare al futuro con maggiore ottimismo, in termini di vendite il comparto chiuderà il 2020 con un calo tra -10% e -15%. La previsione si basa sugli ultimi rilevamenti, secondo i quali il giro d’affari da gennaio a ottobre segna -14% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Per il 2021 l’associazione prevede però un aumento delle vendite del +5% e del +10% per il 2022. Guardando al medio periodo, Kühmann ha sottolineato che «Molto probabilmente nel 2023 il settore tedesco delle macchine per la plastica e la gomma tornerà ai livelli pre crisi 2019».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here