Boeing sceglie la fibra di carbonio riciclata per le pareti degli aerei

Cannon Ergos, società del gruppo Cannon, sta collaborando con Boeing per valutare la fattibilità dell’utilizzo della fibra di carbonio riciclata (rCF) nella fabbricazione di pannelli laterali interni per cabine di aerei.

Il recupero e riutilizzo degli scarti di fibra di carbonio durante i processi di produzione e le applicazioni a fine vita, come l’automotive e l’aeronautica, si è dimostrato economicamente valido. Questo favorisce l’attuazione della direttiva quadro UE sui rifiuti (2008/98/CE) finalizzata a ridurre notevolmente lo smaltimento in discarica, essenziale dal punto di vista ambientale, oltre che in linea con gli obiettivi fissati dal pacchetto UE sull’economia circolare per le pratiche di produzione sostenibile.

«Da diversi anni, insieme alle consociate Cannon Afros e Cannon Tipos, abbiamo intrapreso con successo numerosi progetti per dare nuova vita alla fibra di carbonio riciclata» ha dichiarato Mattia Andolfatto, Project Manager R&D di Cannon Ergos.«Combinando diverse tecnologie e processi di produzione su misura per ogni applicazione, siamo stati in grado di lavorare efficacemente la fibra di carbonio riciclata, sia impregnata con diverse resine, sia già integrata in una matrice termoplastica. Il progetto con Boeing dimostra la fattibilità della fabbricazione di pannelli laterali interni con termoplastici ad alte prestazioni rinforzati con fibra di carbonio riciclata».

L’ultima fase del progetto coinvolge Mitsubishi Chemical Advanced Materials (MCAM), un fornitore globale di polimeri rinforzati ad alte prestazioni per il quale Cannon Ergos ha progettato, prodotto e installato un’unità di termocompressione personalizzata e completamente attrezzata. Questa attrezzatura è stata utilizzata per produrre prototipi di pannelli laterali con il nuovo materiale Kyrontex®. Le matrici di resina tipiche utilizzate per le applicazioni aeronautiche dei compositi termoplastici Kyrontex® comprendono la poliammide (PA), il polieterimmide (PEI), il solfuro di polifenilene (PPS), il polieteretereterchetone (PEEK) e il poliarileterchetone (PAEK).