Aperte le iscrizioni a Best Packaging 2024

Condividi

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni al contest Best Packaging 2024, promosso da Istituto Italiano Imballaggio con il sostegno di Conai, Ipack-Ima e Fondazione Carta Etica del Packaging. Nato nel 1957, il concorso premia e promuove l’innovazione nel packaging design.

Nell’ottica di prevedere i trend di mercato, il contest è in continua evoluzione e si focalizza sul promuovere, di anno in anno, i valori più significativi che emergono dal settore e su cui si concentra l’attività di ricerca e sviluppo delle aziende. Nel 2024 sarà al centro l’accessibilità al prodotto, ovvero il design atto a facilitare l’accesso e l’utilizzo del prodotto da parte del consumatore finale, ma anche dell’operatore professionale.

Il concetto di accessibilità è composto da due aspetti: l’accessibilità materiale al prodotto e quella immateriale, che passa attraverso le informazioni. L’affordance, ovvero l’invito all’utilizzo, l’easy open, la pelabilità, i dosatori calibrati, i versatori, gli accessori per fruizione, ma anche l’ergonomia, l’inclusività per utenza debole o, al contrario, l’accessibilità limitata, come l’antieffrazione e le chiusure anti bambino, l’easy handling, per gli operatori professionali, il frustration free per gli addicted dell’e-commerce e, infine, perfino la facilitazioni per la dismissione… sono tutti elementi che caratterizzano l’imballaggio e che facilitano l’accesso materiale al prodotto. Mentre per l’accesso immateriale sono da considerare fattori quali: l’immediata identificazione del prodotto o del brand, la comprensione del prodotto stesso (per esempio: la durata) e delle sue caratteristiche, il layout con la corretta distribuzione gerarchica delle informazioni, la scelta di una grafica ad alto contrasto, il font e le dimensioni, ma anche le linee guida all’utilizzo, attraverso testi e infografiche, l’uso del breil e dei QR code che attivano App video e audio.

Un packaging sempre più etico

Alessandra Fazio, presidente dell’Istituto Italiano Imballaggio

L’accessibilità costituisce anche il valore numero quattro della Carta Etica del Packaging, che la manifestazione Best Packaging sostiene e che ha sottoscritto dal 2015, anno di pubblicazione della Carta. “Nell’ottica di offrire alle imprese un percorso per rendere sempre più etico il packaging, non è casuale la scelta di dedicare il focus dell’edizione Best Packaging al tema dell’accessibilità”, commenta Alessandra Fazio, presidente di Fondazione Carta Etica del Packaging e di Istituto Italiano Imballaggio. “A mio avviso, è forse tra i valori più forti, perché ricomprende temi come l’inclusività, la facilitazione della vita delle persone e l’offerta di servizi a 360 gradi all’utilizzatore”.

A corollario del tema centrale, come ogni anno, vengono assegnati anche alcuni premi speciali: ambiente e innovazione tecnologica, che saranno assegnati alle imprese in concorso. È stato inoltre inserito un terzo premio, dedicato agli studenti. In particolare sarà assegnato a una tesi di laurea magistrale, di qualunque facoltà, che presenti un progetto innovativo inerente al packaging e che applichi almeno tre valori della Carta Etica.

La chiusura delle iscrizioni è fissata per il 15 dicembre 2023, mentre per conoscere finalisti e vincitori, l’appuntamento è già fissato dal 15 al 21 aprile 2024, durante la settimana del design, a Milano. Il regolamento completo del contest è disponibile al link: https://istitutoimballaggio.org/wp/wp-content/uploads/2023/09/BEST_PACKAGING_Regolamento2024.pdf


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare