Al K2019 Piovan Group punta sull’innovazione

Saranno molte le novità con cui Piovan Group si presenta al K2019, a cominciare dalla nuova brand identity di gruppo alle numerose soluzioni tecnologiche pensate per sostenere temi fondamentali come sostenibilità, Industria 4.0, tracciabilità e integrazione dei sistemi. Forte anche l’impegno nell’economia circolare, con lo sviluppo di impianti e soluzioni per il risparmio energetico e per l’utilizzo di materiali riciclati – a partire dal PET post consumo – e di bioplastiche.

Soluzioni complete e integrate per PET e rPET
A Düsseldorf, viene presentata in anteprima mondiale la nuova linea Genesys, il sistema di deumidificazione caratterizzato da una tecnologia auto-adattativa, ora ottimizzato anche per il trattamento di PET riciclato. Il nuovo dryer è in grado di gestire automaticamente il processo di deumidificazione, agendo su tutti i parametri critici: dalla portata d’aria di processo al suo valore di Dew Point, dal tempo di residenza alla temperatura, mantenendo le condizioni ottimali di funzionamento anche al variare della produzione oraria, delle condizioni di temperatura e umidità iniziale del granulo plastico. Tra le novità introdotte in questo macchinario troviamo il controllo più intuitivo e una migliorata efficienza di auto-regolazione. Miglioramenti significativi interessano anche la tecnologia AIPC (Automatic Injection Pressure Control), che assicura il minor costo per preforma prodotta, non considerando solo il consumo energetico preso come variabile a sé stante ma l’intero processo di produzione delle preforme, puntando ad aumentare la qualità del prodotto finito e ridurre gli scarti.
Sempre nell’ambito delle soluzioni per il PET, in fiera, è possibile testare la semplicità di utilizzo della nuova gamma di strumenti per l’analisi della qualità delle preforme; questi dispositivi consentono di misurare in modo semplice e intuitivo parametri fondamentali, quali il livello di acetaldeide contenuto nelle preforme.

Dosatori per stampaggio ed estrusione
Piovan Group presenta in anteprima in fiera il nuovo micro-dosatore in grado di alimentare le macchine anche un granulo alla volta, mantenendo comunque un’elevatissima accuratezza per soddisfare le richieste che giungono soprattutto da settori molto tecnici come il medicale e il microstampaggio di precisione. La gamma medicale è completata anche da macchine adatte al funzionamento in camera bianca come il ricevitore Pureflo, che non necessita né di aria compressa né di manutenzione, e dal dryer DPA privo di emissioni in ambiente.
Novità nel dosaggio anche per l’estrusione. FDM, la società del Gruppo con sede a Troisdorf (Germania) specializzata in sistemi per la trasformazione delle materie plastiche dedicata al processo di estrusione, lancia il nuovo dosatore gravimetrico GDS 5 ottimizzato per montare fino a cinque stazioni granulo, mantenendo un ingombro minimo, e dotato di un nuovo controllo realizzato con PLC Siemens.

Nuovo dry-cooler adiabatico
Nel corner dedicato ad Aquatech, l’azienda del Gruppo dedicata alle tecnologie di refrigerazione industriale e di controllo della temperatura, sono in mostra un dry-cooler adiabatico che completa la soluzione Flexcool per il raffreddamento dei processi e i nuovi modelli per il controllo della temperatura degli stampi della gamma Easytherm, insignita quest’anno con l’IF Design Award nella categoria Product Design. Novità interessanti anche nelle funzionalità offerte dai termorefrigeratori raffreddati ad acqua della linea DigitempEvo che assicurano elevate prestazioni pur mantenendo un bassissimo consumo energetico. Parlando di chiller, menzione di riguardo per Easycool+, la linea di macchine estremamente compatte pensate, progettate e realizzate per il raffreddamento nei processi industriali specifici delle materie plastiche e dunque estremamente efficienti.

Sistemi di trasporto di polveri e granuli
Penta, l’azienda del Gruppo che progetta e produce grandi impianti per stoccaggio, trasporto e dosaggio di polimeri in forma polverosa e granulare, propone le ultime innovazioni per la produzione di tubi e cavi e per la gestione dell’additivazione nel settore del compounding. Nello stand è esposto Vakupulse, un sistema in funzione per il trasporto in fase densa, particolarmente adatto per le materie prime delicate, con basse velocità e piccole portate, su brevi distanze. In mostra anche una centralina di smistamento manuale dotata dei nuovi imbocchi, che rendono facile e agevole la connessione delle tubazioni, anche quando si utilizza una sola mano. Per evitare il rischio di contaminazione è priva di guarnizioni, garantendo il contatto del granulo plastico con il solo acciaio inox.
Tra le highlight la nuova tecnologia RFID (Radio Frequency Identification), che permette di verificare se la combinazione tra sorgenti e destinazioni è corretta. In caso di errore il sistema di trasporto non attiva il ciclo di caricamento evitando così ogni rischio di contaminazione tra materiali diversi. A guidare l’operatore è un sistema di led, duplicabile anche su un display dedicato, che cambia colore a seguito dell’imbocco delle tubazioni di trasporto permettendo di verificare a colpo d’occhio le connessioni attive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here