A Mecspe Arburg punta sui processi digitalizzati

A Mecspe 2019 Arburg punterà su automazione, additive manufacturing e digitalizzazione. Nello stand, l’approccio del costruttore di macchine verrà mostrato live attraverso il funzionamento di una pressa a iniezione Allrounder ad azionamento idraulico e un freeformer 200-3 X per la produzione additiva su scala industriale, interconnessi attraverso il sistema di gestione centralizzata della produzione ALS.

L’isola di stampaggio, realizzata in collaborazione con Sverital, si basa su una pressa Allrounder 370 S con forza di chiusura di 70 tonnellate e unità di iniezione 170, equipaggiata con un robot a sei assi, stampo a 1+1 cavità con canali caldi (fornito da Biemmegi) e seconda unità di iniezione verticale per bicomponente (Plasdan). In un tempo di ciclo di 3,5 secondi, l’impianto produce uno specchietto ispettivo per stampi dal peso di 8,8 grammi in una combinazione di materiale rigido/morbido (ABS e TPE mediante costampaggio sequenziale). L’unità di produzione prevede anche l’incollaggio automatizzato dello specchio con successiva etichettatura laser.

Nello stand, Arburg esporrà anche un freeformer 200-3X per la produzione – a partire da granuli tradizionali, gli stessi utilizzati nello stampaggio a iniezione – di una ventosa a soffietto con touch morbido per applicazioni medicali, utilizzando un materiale approvato FDA (TPE Medalist MD12120H con durezza 32 Shore A).

Le macchine sono connesse con il sistema centralizzato di gestione della produzione ALS, al quale si possono collegare, facilmente e in modo standardizzato, macchine, periferiche e stampi. Si possono così elaborare e archiviare tutti i dati di produzione e di qualità, consentendo una completa tracciabilità di ordini, lotti o singole parti. Arburg dispone anche di un proprio MES, che mediante apposite interfacce può essere collegato con sistemi ERP, SAP compreso.

MecSpe è anche l’occasione per incontrare Raffaele Abbruzzetti, il nuovo responsabile della filiale italiana di Arburg, che dall’inizio del 2019 sostituisce Björn Norén. «Mecspe è un appuntamento importante per l’industria manifatturiera in Italia e, con la sua attenzione all’Industria 4.0 e all’automazione, è una partita ideale per noi» dichiara il manager. «Non siamo solo costruttori di macchine per stampaggio a iniezione, infatti possiamo offrire anche un MES, i nostri controllori, la tecnologia di automazione e il Freeformer. Insomma, tutto quello di cui le imprese hanno bisogno per aumentare il loro valore aggiunto nell’era della digitalizzazione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here