Solvay: batterie al litio più sostenibili

0
506

Solvay Specialty Polymers ha annunciato il lancio del progetto LIFE+ GLEE, un programma incentrato sulla sostenibilità, che si pone l’obiettivo di utilizzare acqua in sostituzione di solventi organici nel processo di produzione delle batterie ricaricabili agli ioni di litio (Li-ion). Il progetto è sostenuto dalla Commissione Europea, che lo finanzia attraverso il Programma LIFE (LIFE12 ENV IT 000712).

lithium_atom

Poiché i materiali attivi utilizzati al catodo sono di solito sensibili all’acqua, i processi produttivi normalmente in uso per fabbricare batterie ricaricabili al litio comportano l’impiego di solventi organici, la maggior parte dei quali classificati dall’Agenzia Europea dei Prodotti Chimici come “sostanze altamente preoccupanti”, a causa dei loro effetti carcinogenici, mutagenici o tossici per le proprietà riproduttive. Il regolamento REACh dell’Unione Europea promuove la progressiva sostituzione di questi solventi. Per questo motivo molti gruppi di ricerca nel mondo stanno cercando solventi alternativi, e meno pericolosi, per la produzione dei catodi presenti all’interno delle batterie ricaricabili al litio. In particolare, la tecnologia sviluppata da Solvay è in grado di proteggere il materiale attivo dal contatto con l’acqua durante la fabbricazione del catodo, senza alcun rischio tossico e riducendo i costi di produzione associati al recupero del solvente e ai processi di ri-depurazione.

Solvay costruirà un impianto pilota per produrre i nuovi materiali per batterie al litio presso il suo centro di ricerca e innovazione di Bollate in Italia. L’impianto, che sarà operativo in concomitanza con Expo 2015 a Milano, produrrà materiali attivi per i catodi delle batterie in condizioni industriali, generando e testando progetti, processi e formulazioni. In particolare, verranno prodotte quantità di materiale chimico “green” oppure sostenibile dedicate alla valutazione da parte di costruttori di batterie e organizzazioni di ricerca. Con l’utilizzo dei nuovi materiali si prevede che sarà disponibile una quantità sufficiente di batterie di nuova tecnologia per prove da parte di gruppi indipendenti e per dimostrazione presso utilizzatori finali, come i costruttori di auto elettriche. “Questa tecnologia apre una strada importante verso lo sviluppo di un processo produttivo sostenibile, privo di solventi, per la fabbricazione di batterie al litio”, ha dichiarato Marco Apostolo, Alternative Energy Research & Innovation Manager di Solvay Specialty Polymers.

Le batterie al litio ricaricabili ad alte prestazioni stanno conoscendo una forte crescita in mercati legati alla telefonia mobile, ai computer portatili e ai veicoli elettrici. Nonostante il successo della tecnologia al litio, secondo Solvay saranno necessari ulteriori progressi nelle tecnologie di accumulo dell’energia per supportare la transizione verso un’economia “low-carbon” oppure non dipendente dai combustibili fossili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here