Tria amplia la gamma dei granulatori JM

0
155
granulatore JM 2115 di Tria
Modello JM 2115

Dopo il lancio della linea JM, in occasione del K 2016, Tria ha recentemente completato la gamma dei granulatori senza box afonico con i nuovi modelli JM 2115 e JM 4215, progettati per la macinazione in linea di materozze e pezzi di scarto di componenti automobilistici e, più in generale, di stampati tecnici a iniezione. La caratteristica che distingue queste macchine è la presenza di tre lame realizzate in un pezzo unico che – a differenza dei tradizionali granulatori multilama – permettono di macinare sia materozze sia pezzi di scarto nonostante la potenza installata sia estremamente bassa (1,5 kW).

Caratterizzate da un design modulare, le macchine sono concepite per svilupparsi longitudinalmente, riducendo al massimo il loro ingombro nel corridoio tra una pressa e l’altra, rendendo così più agevoli le operazioni a bordo pressa. Più facili anche le operazioni di pulizia e sostituzione dei ricambi, perché è possibile accedere da un solo lato a tutte le parti coinvolte nella manutenzione. Diversi accorgimenti in fase di progettazione rendono la tenuta estremamente sicura: per esempio, l’imbuto e il porta-griglia realizzati in un corpo unico integrato alla camera di macinazione, insieme alla particolare geometria della camera stessa, evitano la fuoriuscita della polvere. Per aumentare la durata dei granulatori è prevista anche una camera antiusura, particolarmente indicata nelle applicazioni ricche di fibra vetro tipiche del settore automotive.

Il comfort dell’ambiente di lavoro è un altro dei punti di forza. La serie JM garantisce infatti una rumorosità molto bassa in termini di valore assoluto, ma soprattutto in corrispondenza delle frequenze che più disturbano l’orecchio umano. Il risultato è stato raggiunto grazie a numerosi test effettuati in camera semi-anecoica condotti presso un qualificato laboratorio universitario di acustica, che ha collaborato anche nello sviluppo di un kit opzionale per un’ulteriore insonorizzazione dedicato a reparti produttivi in cui si impiegano presse elettriche, notoriamente più silenziose rispetto a quelle idrauliche.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here