Inaugurata a Reggio Calabria la Casa Corepla

0
363

La sala Federica Monteleone di Palazzo Campanella a Reggio Calabria si è trasforma ieri nella “Casa Corepla”, uno spazio itinerante, aperto a tutte le scuole per educare i più giovani alla cultura del riciclo delle materie plastiche. L’allestimento, che resterà aperto fino a giovedì 25 gennaio, è visitabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13.

Quasi 700 bambini delle scuole primarie della città hanno già prenotato la visita a “Casa Corepla” nei dieci giorni di programmazione. Alcuni di loro erano presenti questa mattina insieme ad Antonello Ciotti, presidente del consorzio Corepla, e a Nicola Irto, presidente del Consiglio regionale della Calabria, le due istituzioni che hanno collaborato allo sviluppo del progetto.

Il tour di Casa Corepla è iniziato a Reggio Calabria come riconoscimento innanzitutto per i cittadini, i Comuni, le Aziende di servizio per l’importante performance che ha permesso un +35% di raccolta differenziata degli imballaggi in plastica nella regione Calabria nel 2016.Antonello Ciotti, presidente Corepla

“Casa Corepla” riproduce l’interno di un vero e proprio appartamento, luogo familiare per eccellenza in cui si compiono le azioni che danno il via al riciclo: il riconoscimento dei diversi imballaggi, la successiva separazione e il conferimento al servizio di raccolta differenziata. Gli animatori ambientali accolgono i bambini in salotto dove, con l’ausilio di video e presentazioni interattive, illustrano la funzione odierna dell’imballaggio; il tour prosegue in cucina per imparare a conferire correttamente i più comuni imballaggi nella raccolta differenziata; infine, i bambini vengono condotti nella stanza dei giochi, dove l’imballaggio si trasforma in nuovi oggetti, una volta riciclato. In ognuno di questi ambienti i piccoli visitatori sono coinvolti in attività ludico-didattiche e creative; tra queste anche un’esperienza innovativa di realtà aumentata, replicabile a casa o a scuola.

Solo un investimento in cultura della differenziata e del riciclo può garantire alle future generazioni la possibilità di vivere in un mondo meno inquinato. Siamo convinti che avviando i bambini delle primarie all’esperienza della differenziata e del riciclo, i risultati nel corso degli anni arriverannoNicola Irto, presidente del Consiglio regionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here