Riparte Plastigreen

0
786

Dopo più di 20 anni di attività, lo scorso novembre, il compounder Plastigreen (Parabiago, Milano) ha avviato la procedura di concordato preventivo e ceduto un ramo d’impresa a Poliservice, parte del gruppo MDM/Soredi, che ne ha siglato l’impegno all’acquisto. Il brand dei prodotti Plastigreen e delle Specialties PG, dunque, continuerà a vivere in Poliservice, che raccoglierà l’eredità del compounder milanese. «Un’eredità che va tutelata, perché – ha raccontato a Plastix Giorgio Ghidini, general manager del compounder bresciano Soredi e direttore di produzione di Poliservice – crediamo nella ricerca costante di soluzioni tailor-made, che sono fondamentali nel nostro lavoro, ma anche nell’expertise del Made in Italy».

Secondo il manager, «La manovra punta al completamento della gamma di Soredi con prodotti di specialità, in una logica di ottimizzazione di costi e servizi. Oggi, grazie ai compound Plastigreen possiamo proporci al mercato con un portafoglio più completo, integrato con prodotti di nicchia e anche con produzioni in piccoli lotti».

[pullquote align=”left”]«Oggi servono credibilità personale e aziendale. È difficile costruirle, ma a lungo termine pagano» Giorgio Ghidini[/pullquote]

Dopo l’accordo sono tornate al lavoro 13 persone, un numero ridotto rispetto al periodo pre-crisi, ma fortemente orientato agli aspetti produttivi. La riorganizzazione prevede infatti due addetti al controllo di qualità, uno ai processi, uno alle prove e nove in produzione. «In questo modo – continua Ghidini – siamo riusciti a riavviare gli impianti già il 7 gennaio!». Quanto agli obiettivi, il manager si propone di portare la produzione di Poliservice PG a 4mila tonnellate e il fatturato a 11 milioni di euro, il 30% del quale generato all’estero.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here