Il robot gioca a basket

0
416

Per Wittmann l’integrazione tra la macchina a iniezione e le periferiche è sempre stata un punto chiave. Al K, in una divertente applicazione, ha mostrato come è possibile far dialogare tra loro diversi robot attraverso la simulazione di una partita di basket. La “squadra”, già presentata all’NPE 2012 in forza di sei elementi, è stata dimezzata pur mantenendo inalterati i tutti i ruoli di gioco.

Sul campo, abbiamo visto palleggi, scambi e tiri al canestro ad opera di un robot cartesiano W853 a 4+1 assi (asse B servo) da 75 kg di portata al polso che giocava nel ruolo di arretrato, di un robot cartesiano W832 UHS Ultra High Speed a 3+1 assi da 7 kg di portata al polso, ad alta velocità specifico per IML top entry, che giocava nel ruolo di play e di un robot cartesiano W833 High Speed a 3+1 assi da 15 kg di portata al polso, con asse Y telescopico ad alta velocità, nel ruolo di fronte. Tutte le macchine sono dotate della nuova unità di controllo R8.3.

Il piano di gioco prevedeva anche un cambio di ruolo: lasciata la mano di presa per il pallone, un robot ha agganciato il canestro e gli ha fatto compiere un giro a 360 gradi del campo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here