Accordo UniCredit-Assocomaplast a favore delle PMI

0
383

euro

Sostenere l’internazionalizzazione delle PMI lombarde e non solo verso nuovi e promettenti mercati di sbocco come mezzo per rilanciare l’economia del territorio è l’obiettivo dell’accordo siglato da UniCredit e Assocomaplast. UniCredit diviene in questo modo principale partner bancario delle oltre 160 aziende associate che operano all’interno della filiera macchine per “Gomma-Plastica”, uno degli assi portanti del nostro Made in Italy.

UniCredit e Assocomaplast hanno firmato una convenzione che prevede la creazione di sinergie nell’individuazione di nuove opportunità di business e specifici servizi di consulenza e assistenza. UniCredit si impegna ad accompagnare sui mercati esteri le imprese aderenti ad Assocomaplast sostenendone i processi di penetrazione, nei mercati presidiati dalla banca e supportandone lo sviluppo internazionale. Tale supporto si concretizzerà attraverso la possibilità per le imprese associate e/o proprie controllate estere di disporre di prodotti, servizi e Desk UniCredit dedicati che le facilitino e le seguano nei rapporti e nei contatti con gl’imprenditori locali, con le istituzioni pubbliche e con i partner commerciali fornendo altresì una consulenza sulle normative locali. Infine saranno accessibili servizi e contenuti specifici presenti sul sito internet di UniCredit tramite un link diretto dall’area soci del sito internet www.assocomaplast.org.

«Quello firmato oggi è un accordo che va nella giusta direzione – ha affermato Monica Cellerino, Regional Manager Lombardia UniCredit. In un contesto economico generale, caratterizzato dalla debolezza della domanda interna a livello nazionale e in parte anche comunitario, la ricerca di nuovi mercati di sbocco appare oggi l’unica vera strategia che le imprese hanno per attuare nuove politiche di crescita. In questo scenario un gruppo bancario come il nostro, fortemente radicato sul proprio territorio nazionale e contemporaneamente presente nei mercati esteri, può offrire una partnership estremamente vantaggiosa per gli imprenditori che vogliono implementare o potenziare le proprie esportazioni. Negli ultimi due anni, nella sola regione Lombardia, sono state 3.478 le imprese lombarde accompagnate all’estero. Auspico – ha concluso Monica Cellerino – che con questo accordo, che prevede anche delle modalità di contatto operativo molto semplici, saranno molte le imprese associate ad Assocomaplast che vorranno coinvolgerci per sostenere la loro crescita verso l’estero».

giorgio_colombo«Per un settore fortemente export-oriented come quello rappresentato dalle aziende che aderiscono ad Assocomaplast è essenziale poter contare su un gruppo bancario che fa della presenza all’estero uno dei suoi punti di forza – ha commentato Giorgio Colombo (nella foto), presidente di Assocomaplast –. Oltre la metà degli Associati già operano con UniCredit ma abbiamo ritenuto con la firma di questa convenzione di poter offrire anche a chi non opera con tale banca una serie di informazioni e di servizi di grande utilità e di interesse. Per operare sui mercati stranieri ed, in particolare, su quelli extraeuropei è necessario poter contare su partner affidabili e di valore. Vediamo questo accordo non come un punto di arrivo ma come l’inizio di una nuova collaborazione che ci auguriamo si amplierà sempre più nel mutuo interesse».

UniCredit ha lanciato nel 2012 una nuova linea di servizi dedicata all’ internazionalizzazione delle imprese, denominata “UniCredit International”, che si sviluppa con strumenti concreti per il cliente. UniCredit International si fonda su quattro pilastri: la conoscenza dei mercati esteri, la ricerca delle controparti di business in questi mercati, la gestione delle transazioni commerciali e degli investimenti per l’attività internazionale, il supporto di consulenti specializzati nell’attività internazionale. In particolare, UniCredit ha predisposto per i clienti il portale web “UniCredit International”, che consente l’accesso diretto, online, a tutti i servizi innovativi per accompagnare le imprese nella loro espansione internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here